Loading…
For a better experience please change your browser to CHROME, FIREFOX, OPERA or Internet Explorer.
Apple Car e Siri per guidare l’auto con la voce: arriva il brevetto della Mela

Apple Car e Siri per guidare l’auto con la voce: arriva il brevetto della Mela





Apple Car e Siri per guidare l'auto con la voce: arriva il brevetto della Mela



Apple ha depositato un brevetto che descrive la possibilità di dirigere l’automobile tramite comandi vocali e gesture


di pubblicata il , alle 12:31 nel canale Apple




Apple











Presso l’Ufficio brevetti statunitense è stato depositato un particolare
brevetto riguardante la misteriosa “Apple Car“. Per quanto,
appunto, tutto ciò che riguardi la fantomatica automobile di Apple sia
circondato da mistero, è comunque interessante osservare il contenuto del
brevetto per avere qualche indizio di cosa stia avvenendo dietro le quinte
a Cupertino e delle direzioni che sta prendendo la ricerca tecnologica
legata ai veicoli, come suggerimento di ciò che in un futuro potremmo
trovare nelle nostre automobili.

All’interno
del brevetto
si descrive un’automobile gestita da
un’intelligenza artificiale
che sarebbe capace di comprendere le
indicazioni vocali
impatite da un individuo e mapparle sui comandi
a guida autonoma, sostanzialmente per consentire di guidare il mezzo con
la voce. Le implicazioni di questo concetto sono però ampie, e nel
brevetto Apple descrive la funzionalità come in grado di “determinare un
percorso di un veicolo verso un punto di arresto particolare” rispetto
alle indicazioni espresse da una “persona autorizzata” che non necessariamente
deve essere il conducente del mezzo
.




A questo punto, come viene indicato nel brevetto, questa “persona
autorizzata” potrebbe essere ad esempio un operatore del controllo del
traffico con il compito di dirigere le auto a guida autonoma in una
determinata area
, per esempio in zone con traffico congestionato o
all’entrata/uscita di parcheggi di eventi ad elevato afflusso di pubblico.

Il brevetto fa poi l’esempio di un sistema in grado di raccogliere
comandi vocali insieme a indicazioni gestuali
, e la Mela fa
l’esempio di una “persona autorizzata” che dice al veicolo: “Parcheggia
lì” indicando con la mano il punto dove parcheggiare il mezzo. La Mela
però coltiva la visione di un sistema di comandi vocali basato sul
linguaggio naturale, proseguendo nella direzione già imboccata con Siri
che potrebbe trovare posto quindi anche sulla futura
Apple Car, immaginando uno scenario in cui il conducente possa esprimere,
ad esempio, “vorrei acquistare alcune piante per il giardino”, con l’auto
che identifica i vivai e le floricolture più vicine, dirigendovisi in
autonomia.

Come sempre i brevetti non sono necessariamente indicazione di ciò che
arriverà concretamente sul mercato, e come tali vanno considerati, come si
suol dire, cum grano salis. In ogni caso il brevetto testimonia
che nonostante il travagliato percorso del progetto Apple Car, la Mela non
ha smesso di investire risorse nelle attività di ricerca e sviluppo
indirizzate a prodotti e servizi per il mondo automobilistico. Resta
tuttavia il mistero se questi sforzi si tradurranno in un veicolo completo
o in un insieme di tecnologie accessorie per veicoli di altre case.




















Read More

leave your comment


Your email address will not be published.